La chiesa di Sant’Agostino presenta vesti barocche, specie all’interno, su fondamenta di epoca medievale, deducibili dalle monofore murate sulle fiancate.

Il campanile è del Quattrocento, in stile atriano, presenta notevoli decorazioni in maiolica blu, verde e arancio-oro (lo stile architettonico e decorativo proveniente dalla vicina cittadina di Atri, provincia attuale di Teramo).

La facciata è degli anni ’60, una ristrutturazione conseguente alle distruzioni post-belliche. Al suo interno la chiesa custodisce un ciclo di affreschi inerenti all’iconografia della Crocifissione e teorie di Santi, molto frammentario, che si snoda sulla parete absidale, molto importante per la Storia dell’Arte Medievale, in quanto ascrivibili, in base ad aggiornatissimi studi, alla fine del Trecento.

Qui sotto è riportata la galleria fotografica degli esterni realizzata da Giuseppe Orsini nel settembre 2009.

Si ringrazia il signor Bruno Ricci che ci ha fornito la galleria fotografica degli interni, si ringrazia anche il Prof. Carlo Pilone che ha fornito una foto dell’affresco della crocifissione, le foto sono state realizzate nel novembre 2007.